Baccalà in umido
Secondi

Baccalà in umido

Il baccalà in umido, un piatto tradizionale che affonda le sue radici nella cucina mediterranea, è una vera e propria delizia per il palato. La storia di questo piatto risale a secoli fa, quando i marinai partivano per lunghi viaggi per mare portando con sé il baccalà come provvista di cibo. Durante il viaggio, il pesce veniva essiccato al sole e al vento, diventando così un alimento conservabile per molto tempo. Una volta giunti a destinazione, i marinai si dedicavano a preparare il baccalà in diverse varianti, tra cui l’umido. Questo metodo di cottura permetteva di rendere il pesce morbido e succulento, grazie all’estrazione del sale presente nel baccalà attraverso la bollitura. Oggi, il baccalà in umido è diventato una pietanza amatissima da giovani e adulti, grazie al suo sapore unico e alla versatilità in cucina. Che tu decida di servirlo con una polenta calda e cremosa, oppure con una gustosa salsa di pomodoro, il baccalà in umido saprà conquistarti con la sua bontà e con i ricordi di una tradizione culinaria che trascende il tempo.

Baccalà in umido: ricetta

Il baccalà in umido è un piatto semplice ma gustoso, ricco di sapori mediterranei. Per prepararlo, avrai bisogno dei seguenti ingredienti: baccalà, cipolla, aglio, pomodori pelati, prezzemolo, peperoncino, olio d’oliva, sale e pepe.

Per iniziare la preparazione, dovrai mettere il baccalà a bagno in acqua fredda per almeno 48 ore, cambiando l’acqua ogni 8 ore. Questo passaggio è importante per reidratare il pesce e rimuovere il sale in eccesso. Una volta che il baccalà è pronto, scolalo dall’acqua e taglialo a pezzi del tuo gusto.

In una padella, scalda un po’ di olio d’oliva e aggiungi la cipolla tritata finemente e l’aglio. Fai soffriggere finché la cipolla non diventa traslucida e l’aglio è dorato. A questo punto, aggiungi i pomodori pelati e schiacciali con una forchetta. Aggiungi anche il peperoncino (a piacere) per dare un po’ di piccante al piatto e lascia cuocere per circa 10 minuti.

Aggiungi il baccalà nella padella, copri con il sugo di pomodoro e fai cuocere a fuoco basso per circa 20-30 minuti, finché il pesce non diventa morbido e si sbriciola facilmente. Aggiusta di sale e pepe secondo il tuo gusto.

Prima di servire, cospargi il piatto con il prezzemolo tritato finemente per un tocco di freschezza. Il baccalà in umido è ottimo accompagnato con polenta, crostini di pane tostato o con patate lesse. Buon appetito!

Abbinamenti

Il baccalà in umido è un piatto molto versatile che si presta ad essere abbinato con una varietà di cibi e bevande. Per quanto riguarda gli abbinamenti alimentari, il baccalà in umido si sposa alla perfezione con la polenta, che può essere servita come contorno caldo e cremoso. La polenta si amalgama bene con la salsa di pomodoro e con il sapore delicato del baccalà, creando una combinazione di sapori e consistenze molto appagante.

Un altro abbinamento classico per il baccalà in umido è con i crostini di pane tostato. I crostini aggiungono una nota croccante al piatto e possono essere spalmati con un po’ di aglio olio o con una salsa di pomodoro fresca per esaltare ulteriormente i sapori.

Per quanto riguarda le bevande, il baccalà in umido si sposa bene con i vini bianchi secchi come il Vermentino, il Falanghina o il Gavi. Questi vini freschi e fruttati si abbinano bene con il sapore salato del baccalà e con la sua consistenza morbida.

Se preferisci le bevande analcoliche, puoi optare per una bevanda gassata come l’acqua frizzante con una fetta di limone o per un succo di agrumi fresco. Queste bevande aiutano a pulire il palato dopo ogni boccone di baccalà e aggiungono una nota di freschezza.

In conclusione, si presta ad essere abbinato con una varietà di cibi e bevande, dall’accoppiamento classico con la polenta ai vini bianchi secchi e alle bevande analcoliche frizzanti. Scegliendo gli abbinamenti giusti, potrai creare un pasto equilibrato e gustoso.

Idee e Varianti

Ci sono molte varianti della ricetta del baccalà in umido, ognuna con le sue caratteristiche e gusti unici. Ecco alcune varianti rapide e discorsive:

– Con pomodori e olive: aggiungi alle cipolle e all’aglio nel soffritto anche olive nere snocciolate e pomodori freschi o pelati. Questi ingredienti daranno al piatto una nota mediterranea e un sapore leggermente più intenso.

– Con patate: aggiungi delle patate a cubetti alla ricetta base. Le patate si sfalderanno durante la cottura e daranno al piatto una consistenza più cremosa. Puoi anche aggiungere qualche foglia di alloro per aromatizzare ulteriormente.

– Alla napoletana: in questa variante si aggiunge alla ricetta base anche capperi, olive verdi e acciughe. Questi ingredienti donano al piatto un sapore più deciso e una nota salina. La salsa di pomodoro sarà più ricca e saporita.

– Con peperoni: aggiungi peperoni a strisce nel soffritto insieme alle cipolle e all’aglio. I peperoni daranno al piatto un tocco di dolcezza e un sapore leggermente affumicato.

– Con vino bianco: sfuma il soffritto con un po’ di vino bianco secco prima di aggiungere i pomodori. Il vino bianco aggiungerà un tocco di acidità al piatto e arricchirà i sapori.

Ricorda che queste varianti possono essere personalizzate e adattate ai tuoi gusti. È possibile aggiungere o eliminare ingredienti a tuo piacimento per creare una ricetta unica e gustosa. Sperimenta e divertiti in cucina!

Potrebbe piacerti...