Yoga e alimentazione
Magazine

Yoga e alimentazione, consigli e suggerimenti per principianti

Lo Yoga è entrato ormai di diritto nella vita delle persone anche in Occidente e sono moltissimi coloro che, ogni anno, si avvicinano a queste pratiche. Non si tratta semplicemente di praticare attività fisica o di lasciarsi sedurre da pratiche orientaleggianti, lo yoga molto di più e possiamo definirlo un po’ come abbracciare un nuovo stile di vita che, di conseguenza, comprende anche tutto quello che riguarda l’alimentazione. Ci sono diversi alimenti, ad esempio, che si sposano in modo particolare con la pratica dello yoga per via di alcune specifiche proprietà. Vediamo ora alcuni consigli sull’alimentazione per chi pratica questa attività. 

Yoga e alimentazione: obiettivo benessere 

 Come sanno molto bene tutti coloro che seguono corsi yoga Bologna o in altre località italiane, ci sono diverse tipologie tra cui scegliere quando si parla di questa disciplina. Dal momento che l’obiettivo deve essere sempre il raggiungimento del benessere psicofisico, il consiglio è quello di scegliere quello che ci fa star bene, ma senza mai perdere di vista il legame con l’alimentazione. Il consiglio è, quindi, sempre quello di adottare una dieta equilibrata, questo sia per prevenire l’insorgenza di malattie, sia per favorire la salute psicofisica. 

La filosofia ayurveda 

 Chi pratica lo Yoga deve avere dimestichezza anche con alcuni concetti collegati a questa disciplina, si pensi all’ayurveda, una antica forma di medicina indiana. Secondo queste antiche credenze, che però hanno riscontro nella realtà, ciò che mangiamo influenza anche le nostre emozioni, e di conseguenza i nostri pensieri. Il motivo è che ogni alimento, secondo questa filosofia, non deve essere considerato unicamente in quanto cibo, e quindi valutando le sue sostanze nutritive, ma anche per gli effetti positivi a lungo termine che può avere su corpo e mente. 

Diverse tipologie di alimenti 

Sempre sulla base dei concetti di questa antica filosofia indiana, gli alimenti non sono tutti uguali e si dividono tra loro in base alle caratteristiche e, come già detto, agli effetti prodotti sulla salute del corpo umano. Ad esempio, abbiamo alimenti che sono in grado di purificare corpo e mente e altri ancora che potrebbero portare all’inerzia. Sulla base della filosofia indiana sarebbe bene inserire nella propria alimentazione soprattutto alimenti in grado di purificare, evitando soprattutto gli alimenti che generano intorpidimento.  

Non quantità ma qualità 

Il rapporto tra yoga e alimentazione è molto stretto e chi vuole rispettare la filosofia indiana e i suoi dettami deve sapere molto bene che non dovrà soltanto mangiare i giusti alimenti, ma anche farlo nella giusta quantità. Mangiare troppo, come è facile intuire, non è certo qualcosa che chi pratica yoga dovrebbe contemplare, ancor più che comporta sentimenti come letargia e irritabilità che dovrebbero essere sempre allontanati. Ma pensare alla quantità non significa saltare i pasti o mangiare solo porzioni monacali, significa, al contrario, saper ascoltare le necessità del proprio organismo, arrivando a capire quando bisogna fermarsi e quando, invece, si ha bisogno di mangiare. 

Yoga: gli alimenti da evitare 

Ci sono, tuttavia, alcuni alimenti che andrebbero sempre e comunque evitati quando si decide di intraprendere un percorso di arricchimento personale con la pratica dello yoga. Ad esempio, è essenziale evitare alimenti troppo carichi di zuccheri e altre sostanze difficilmente digeribili. Il motivo è sempre lo stesso: si tratta di cibi che appesantiscono e potrebbero rendere letargici, esattamente ciò che chi pratica yoga vorrebbe evitare. Per questo motivo nell’alimentazione di chi pratica lo yoga proprio non possono mancare alimenti energetici e poco calorici come verdura, pesci, legumi e frutta. 

Gli alimenti ok 

Sì alla frutta e alla verdura, dunque, questo sulla base del fatto che la nostra alimentazione deve essere sempre coerente con la nostra etica valoriale. Andando a vedere che cosa suggeriscono i maestri ayurveda, tra gli alimenti consigliati abbiamo fibre, vitamine e grassi sani. Gli zuccheri naturali possono andare bene, non a caso la frutta fresca e secca è considerata assolutamente ideale. Un alimento che dovrebbe entrare nell’alimentazione quotidiana potrebbe essere lo zenzero, da assumere fresco o in polvere, alimento importantissimo per le sue proprietà digestive. Vanno bene anche i legumi che sono ricchi di ferro e andrebbero consumati soprattutto assieme ad agrumi, che grazie alla vitamina C ne favoriscono l’assimilazione. Meglio essere vegetariani ma, se proprio non si può fare a meno di proteine animali, si consiglia di consumare soprattutto tonni, sgombri e pesce azzurro. 

 

Potrebbe piacerti...